Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Sabato, 07 Dicembre 2019

Greco, mozione in Consiglio regionale per mitigare rischi naturali in Calabria

"Il momento storico che stiamo vivendo non offre sconti a nessuno e per quanto riguarda la seria tematica dei rischi provenienti dalla natura e su come fronteggiarli e prevenirli, la discussione ed il confronto sono elementi imprescindibili ed essenziali, anche "Il momento storico che stiamo vivendo non offre sconti a nessuno e per quanto riguarda la seria tematica dei rischi provenienti dalla natura e su come fronteggiarli e prevenirli, la discussione ed il confronto sono elementi imprescindibili ed essenziali, anche e soprattutto per le regioni del meridione d'Italia, da decenni, ormai, abbandonate al proprio destino e carenti sotto l'aspetto infrastrutturale e, di conseguenza, esposte a rischi di non poco conto”.Convegno Castrolibero
Lo afferma il presidente del gruppo consiliare ‘Oliverio Presidente’ a Palazzo Campanella, Orlandino Greco.
“Su tali problematiche – prosegue Greco – siamo riusciti a mettere attorno ad uno stesso tavolo a Castrolibero nel corso di un convegno professionalità ed esperienze  provenienti da mondi ed approcci culturali diversi, con l’obiettivo di fornire una sintesi il più possibile esaustiva delle necessità, per quel che concerne le possibili soluzioni da adottare, per affrontare il problema dei rischi naturali in Calabria.
"Il confronto, lungo ed articolato, ha fatto emergere il quadro di responsabilità che storicamente ha condotto allo stato delle cose, che va dalla mancata vigilanza sull'abusivismo edilizio, alla scarsa manutenzione del territorio; da una non cultura dell'autoprotezione, alla perdita di memoria della storia sismica regionale. Ma si è anche tentato di condensare possibili strategie per potere meglio tutelare la sicurezza dei calabresi, che passano attraverso una maggiore efficienza della macchina regionale in termini di quantità e qualità della spesa, di miglioramento delle strutture operative volte al contrasto dei rischi naturali e di un uso adeguato degli strumenti che la Regione ha, quali il Patto per il Sud ed il POR 2014-2020. orlandino grecoTanto al fine di generare sviluppo per il territorio regionale dalle azioni di contrasto al rischio".
“Con il collega Franco Sergio, presidente della prima Commissione consiliare – sottolinea Orlandino Greco - abbiamo ascoltato e recepito ogni suggerimento, idea o proposta impegnandoci a depositare in Consiglio regionale, una mozione che prevede 13 punti finalizzati alla messa in sicurezza dei territori calabresi e ad un adeguamento delle strutture che operano nella previsione, prevenzione e nel soccorso in caso di eventi naturali. Sono sinceramente soddisfatto – conclude Orlandino Greco – dell’imponente presenza al Convegno di semplici cittadini, professionisti e personalità delle istituzioni pubbliche, un successo che non esito a definire imponente, a dimostrazione di come, su tematiche di una certa rilevanza, l'opinione pubblica e gli addetti ai lavori si dimostrano assai sensibili e pronti ad offrire un contributo concreto tale da incidere positivamente al fine di mitigare le conseguenze derivanti dai rischi naturali”.