Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Martedì, 10 Dicembre 2019

Fondi Comunitari. Greco (Oliv. Pres.): “La giunta regionale ha le carte in regola”

"Stupiscono, e non poco, le dichiarazioni del consigliereregionale Nicolò, innanzitutto perché, quando parla di due anni di ritardi in merito alla programmazione comunitaria, dovrebbe, per onestà intellettuale, ricordare che il programma operativo 2014-2020, la cui data di trasmissione alla Commissione "Stupiscono, e non poco, le dichiarazioni del consigliereregionale Nicolò, innanzitutto perché, quando parla di due anni di ritardi in merito alla programmazione comunitaria, dovrebbe, per onestà intellettuale, ricordare che il programma operativo 2014-2020, la cui data di trasmissione alla Commissione europea era fissata a luglio 2014, è rimasto fermo per diversi mesi negli uffici della Regione.

Il capogruppo della Lista “Oliverio Presidente” della Regione Calabria Orlandino Greco Il capogruppo della Lista “Oliverio Presidente” della Regione Calabria Orlandino Greco


Solo al nostro insediamento ed all'insediamento del governatore Oliverio, tra novembre e dicembre del 2014, si è provveduto ad inviare il documento, senza neanche guardarlo, per avviare il negoziato" – replica così il Presidente del Gruppo consiliare "Oliverio Presidente", Orlandino Greco, alle affermazioni del capogruppo di Forza Italia, Alessandro Nicolò.
Aggiunge Greco: "Un negoziato intenso, perché abbiamo dovuto modificarne sostanzialmente l’impostazione, viste le numerose osservazioni effettuate dalla Commissione ed è solo grazie ad un intenso lavoro ed alla credibilità recuperata nei confronti della stessa Commissione Europea, che l'approvazione del POR é arrivata in pochi mesi, in linea con molti altri programmi regionali, recuperando così il gravissimo ritardo accumulato dalla precedente giunta regionale, espressione politica del consigliere Nicolò.
In questi mesi abbiamo inoltre definito e condiviso le procedure amministrative per rendere operativo il POR. Sono state già avviate tre misure: acquisizione di servizi innovativi per le PMI (altro che consulenti, come afferma il consigliere Nicolò), diffusione delle classi digitali nelle scuole calabresi e sperimentazione di sistemi di apprendimento innovativi, borse di studio a studenti in condizione economica svantaggiata e con disabilità. Entro la metà di luglio, come già annunciato, saranno promosse nuove misure per le PMI: sostegno per la partecipazione alle call dei progetti Horizon 2020, sostegno agli investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili, sostegno ai processi di internazionalizzazione, sostegno ai progetti di ricerca industriale, sostegno all’adozione e all’utilizzazione delle ICT nelle imprese. Parliamo di circa 40 milioni risorse pubbliche a favore del sistema produttivo. Dal 30 giugno, ancora, potranno essere presentate le domande per il credito di imposta".
Prosegue Greco: "Nel corso della prossima seduta di giunta regionale sarà altresì approvato il progetto SURAP, che consentirà di rendere più efficienti le attività amministrative connesse al sistema produttivo. Entro il mese di settembre avremo le graduatorie dei contratti di investimento dei PISL: oltre 75 milioni di euro di richieste pervenute da parte delle imprese calabresi.
Tutte le misure per le imprese saranno gestite in maniera completamente digitalizzata, grazie alla piattaforma sviluppata, che si sta presentando in questi giorni sul territorio. Evitiamo così i rischi di discrezionalità e diamo fine alla stagione dei tempi biblici, che ha caratterizzato la gestione del vecchio POR, quando le imprese attendevano anni prima di vedere e di toccare con mano i finanziamenti".
Spiega Orlandino Greco: "Questo era il patto con il partenariato economico e sociale, e lo stiamo rispettando. Quelle appena descritte sono le prime misure per le imprese, quello che sarà fatto entro il 2016. Dal primo gennaio 2017 entrerà in vigore il nuovo sistema degli incentivi, che favorirà i meccanismi automatici e porterà a un ulteriore snellimento delle procedure. Altre misure sono state avviate e sono in corso di definizione sugli altri Assi del programma: si sta lavorando sui progetti “prima fase” per garantire, una volta verificata la coerenza, il finanziamento dei progetti presentatinel POR 2007-2013 e non avviati a causa dei ritardi accumulati. É in corso il completamento della banda ultra larga, si è garantito l’avvio delle metropolitane di Catanzaro e Cosenza; a breve partirà il progetto per sostenere la raccolta differenziata nei comuni calabresi. Abbiamo contributo alla realizzazione del progetto Garanzia Giovani con le risorse del FSE. Questo solo per citare le misure più rilevanti, oltre al PSR. Ma voglio rassicurare ulteriormente il consigliere Nicolò. La massima diffusione delle informazioni caratterizza l'azione del governo Oliverio e della maggioranza consiliare che lo sostiene. Riteniamo, infatti - evidenzia Greco - che l’amministrazione debba essere giudicata giorno per giorno. Il controllo sociale è un elemento fondamentale per l’efficacia dell’amministrazione, come più volte evidenziato dallo stesso Mario Oliverio. Da qualche mese, non a caso, è attivo il nuovo sito del dipartimento programmazione, dove sono disponibili tutte le informazioni sullo stato di attuazione del POR. Il confronto nelle sedi istituzionali, dunque, è stato sempre favorito ed addirittura possiamo già annunciare che, entro il mese di luglio, il presidente Oliverio presenterà, alla stampa, il quadro complessivo delle misure avviate e dello stato di attuazione del programma".
Conclude il capogruppo di "Oliverio Presidente": "Comprendiamo il maldestro tentativo, da parte del collega Nicolò, di incollare i cocci di una minoranza divisa, frastagliata ed inesistente, ma a lui consiglio di fare opposizione su elementi concreti e non su congetture irreali e false, facilmente smentibili da numeri e fatti".