Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy.

Domenica, 15 Luglio 2018

Arruzzolo: "Per la Locride ritardi per i danni alluvionali 2015"

Il presidente del gruppo consiliare di Ap-Ncd, Giovanni Arruzzolo, ha depositato un’interrogazione a risposta scritta per “conoscere le motivazioni che non hanno consentito, come invece prescritto dalla mozione n. 51/2016 approvata dal Consiglio regionale, nell’emanazione dell’avviso pubblico (Misura 05 del Psr 2014/2020) specificamente destinato all’area della Locride” danneggiata dalla calamità naturale di fine ottobre/inizi novembre 2015, l’inserimento di criteri di priorità  di ammissibilità a finanziamento per gli interventi ricadenti nella suddetta area.

Giovanni Arruzzolo, inoltre, rileva che “gli ingenti danni alluvionali hanno interessato soprattutto infrastrutture rurali e aziende agricole”, spina dorsale dell’apparato produttivo della Locride, “invalidando ulteriormente le già indebolite prospettive di tenute e di crescita delle produzioni sui mercati di riferimento”. “A fronte di una dotazione complessiva di otto milioni di euro del bando sulla Misura 05 del Psr Calabria  - ricorda Arruzzolo - come provvidenza complessiva a ristoro dei danni subiti per l’alluvione, si evidenzia che uno solo degli interventi riguardante l’area più colpita, cioè la Locride, è stato ammesso a finanziamento. E’ necessario chiarire – prosegue Giovanni Arruzzolo – i motivi che hanno indotto il dipartimento Agricoltura e risorse agroalimentari della Giunta regionale a non ricomprendere nel bando pubblico nessuna priorità per il territorio locrideo, il più danneggiato in assoluto. Preoccupano, peraltro, le continue prese di posizione del dirigente della protezione civile regionale Carlo Tansi, che denuncia i ritardi clamorosi che si stanno accumulando nella realizzazione degli interventi prospettati. Da qui – conclude il capogruppo di Ap-Ncd – la necessità di un intervento immediato del presidente della Regione per l’emanazione di un nuovo bando pubblico dotandolo di un finanziamento idoneo a cui possono accedere selettivamente le comunità della Locride, le più duramente colpite dagli eventi meteo dell’autunno 2015”.