La “Vendemmia Sociale” dei Cinque Talenti. Coldiretti e Camera di Commercio: “Valorizzare il binomio agricoltura – turismo”

Giovani reggini che con caparbietà e tenacia decidono di intraprendere un duro percorso per valorizzare il territorio nostrano attraverso l’agricoltura.
Nei vigneti della Cooperativa Cinque Talenti, a Sambatello, frazione a nord del comune di Reggio Calabria, è nata la “Vendemmia Sociale“. Idea materizlizzatasi a seguito del “Progetto Bene 2.0.” portato avanti dall’Istituto Diocesano per il Sostentamento del Clero della Diocesi di Reggio-Bova.WhatsApp Image 2017-09-16 at 10.51.38

Il progetto prevede la promozione e l’individuazione di terreni della diocesi situati nella Provincia di Reggio Calabria, da affidare gratuitamente a giovani disposti a mettersi in gioco, attraverso la creazione di realtà imprenditoriali.

Un’intuizione del Vescovo della nostra diocesi che ha messo a disposizione dei giovani alcuni terreni incolti della Curia – spiega Ninni Tramontana, presidente della Camera di Commercio reggina Ospitare in mezzo ai vigneti così tanti ragazzi non può che inorgoglire. L’avvicinamento ai terreni agricoli è fondamentale per un territorio come il nostro che deve crescere ed iniziare a offrire lavoro. Dobbiamo dare un’identità forte che deve avere un preciso legame con la terra. Turismo e agricoltura devono interagire per cercare di dare al mondo giovanile nuove opportunità“.

La vendemmia di quest’anno assume una valenza particolare, non solo perché è la prima dalla nascita della cooperativa “Cinque Talenti” e del “Progetto Bene 2.0“, ma soprattutto perché vuole essere condivisa con tutta la comunità dei produttori locali.

WhatsApp Image 2017-09-16 at 10.51.37 (1)E’ una gioia poter dare la mia benedizione a questi giovani della Cooperativa che hanno accolto l’invito ad assumere le porzioni di terreno e a farle fruttificare –spiega Monsignor Giuseppe Fiorini Morosini, Vescovo Metropolita – Il progetto nasce da due intuizioni. La prima, la decisione di restituire alla collettività la sovrabbondanza di terreni che l’istituto diocesano possiede assegnandoli a giovani disponibili alla loro adozione. La seconda è quella di invogliare i nostri ragazzi a non piangersi addosso per la mancanza di lavoro ma a reagire e ad impegnarsi sfruttando le risorse del territorio in modo giusto e sano. Un ritorno alla terra vuol dire ridare slancio all’economia locale. La speranza è che tanti altri giovani possano seguire questa strada. Vogliamo proseguire nell’affidamento di altri terreni. Lo faremo incontrando i giovani che dimostrano di avere progetti validi ed efficaci”.

WhatsApp Image 2017-09-16 at 10.51.36“Ho avuto l’onore di conoscere questi giovani – spiega il presidente provinciale di Coldiretti, Stefano Bivone Sono ragazzi che costruiscono il proprio lavoro con passione. Devono essere guardati con esempio. C’è stata negli anni un pò di diffidenza nel settore agricolo. Questa giornata dimostra come si può fare agricoltura con innovazione ma mantenendo le tradizioni. Mi auguro che tantissimi altri giovani possano avvicinarsi a questo mondo così importante per il territorio. Coldiretti vuole accompagnarli nel mercato affinchè possano trovare un futuro migliore“.

Un ritorno dei giovani alla terra che fa ben sperare nella consapevolezza che in Calabria e nello specifico a Reggio Calabria esistono prodotti apprezzati dai mercati internazionali.

Ci vuole coraggio e soprattutto talento nel credere in questa sfida – commenta il Sindaco della Città Metropolitana Giuseppe Falcomatà Ci vuole fiducia nel futuro e fiducia nella possibilità di investire in questo territorio. Un grande plauso va non solo alla Cooperativa ma anche all’istituto diocesano. Dobbiamo continuare su questa strada e l’amministrazione comunale darà sostegno ad ogni tipo di iniziativa che mira a promuovere il territorio ed in particolare la nostra terra“.

L’obiettivo del progetto è quello di ridare dignità al lavoro, inteso come fatica di ogni giorno che porta frutto e dona dignità alla vita tramite l’impegno quotidiano. Impegno che trova il suo culmine nella vendemmia dei vigneti, cui i giovani della cooperativa dedicano attenzioni, cura e amore giorno dopo giorno.

WhatsApp Image 2017-09-16 at 10.51.37Festeggiamo il primo anno dalla nascita della Cooperativa Cinque Talenti – conclude Daniel Barillà (Coop. Cinque Talenti) Il nostro obiettivo, attraverso questo progetto, è quello di creare nuove realtà imprenditoriali. Sostenibilità sociale, ambientale ed economica, questi sono i tre principi su cui si basa il nostro progetto.Vogliamo rendere migliore questa terra. Abbiamo deciso di rimanere in questa città in cui crediamo fortemente e la nostra cooperativa rappresenta quella scintilla di speranza per altri giovani come noi”.

 

FacebookTwitterGoogle+EmailLinkedInPinterest

I commenti sono chiusi.