Mario Magno sostituisce Nazzareno Salerno in Consiglio regionale. Approvata la legge pro gestori impianti di balneazione

Il Consiglio regionale si ricostituisce nella sua composizione naturale e vota la sostituzione temporanea di Nazzareno Salerno con il primo dei non eletti della lista Forza Italia nel collegio centrale (Cz, Kr, VV), Mario Magno. Già presente nella scorsa legislatura, Magno nel suo intervento di saluto, ha annunciato di aderire al gruppo Misto, di cui fanno già parte Domenico Tallini, Fausto Orsomarso e Wanda Ferro.seduta del 28.03.17
Rivolgendosi al presidente Irto ed ai colleghi, Mario Magno ha “augurato a Salerno di potere al più presto giungere ad una positiva conclusione della sua vicenda”. Magno, inoltre, ha rivolto parole di apprezzamento all’ex consigliere Giuseppe Mangialavori “per il lavoro svolto in Consiglio e per il suo impegno sul territorio”. Il neoconsigliere, comunque, ha reso noto che la sua collocazione nel Misto “e’ frutto di scelta temporanea”, preconizzando il suo ingresso nel gruppo di Forza Italia.
L’Assemblea, proseguendo i lavori, dopo la relazione del consigliere Sinibaldo Esposito, ha votato la modifica di adeguamento del Regolamento interno del Consiglio alle disposizioni contenute nella recente legge regionale 12 ottobre 2016, n. 30, contenente  “Disposizioni sulla partecipazione della Regione Calabria alla formazione e all’attuazione della normativa e delle politiche dell’Unione Europea e sulla programmazione nazionale per le politiche di sviluppo e coesione”, con cui  si è provveduto a conformare la legislazione regionale alla legge dello Stato  24 dicembre 2012, n. 234, che ha recepito le indicazioni contenute nel Trattato di Lisbona, entrato in vigore nel 2009.
seduta del 28.03.17_1“Più specificamente – ha detto Esposito – la proposta di modifica inserisce nel Regolamento interno, un nuovo capo dedicato alla partecipazione del Consiglio regionale alla formazione ed attuazione della normativa europea, con cui vengono  regolate le modalità di esercizio delle funzioni consiliari, sia con riguardo alla partecipazione del Consiglio alla fase ascendente della normativa UE ed alla verifica del rispetto del principio di sussidiarietà, sia relativamente all’adozione della legge regionale europea”.
Il Consiglio regionale, continuando i lavori, ha approvato i rendiconti degli esercizi finanziari per gli anni 2013/2014/2015 dell’istituto per gli studi elleno-calabri, dell’istituto per la comunità Arbereshe di Calabria, dell’istituto per la comunità occitana, relatore il presidente della seconda Commissione Giuseppe Aieta.
L’Aula ha anche discusso ed approvato il riconoscimento della legittimità dei debiti fuori bilancio del Consiglio regionale e il programma della Giunta per le attività di sviluppo della forestazione e per la gestione delle foreste regionali.  L’attività legislativa ha condotto altresì all’approvazione di un progetto di legge sottoscritto dal capogruppo di Forza Italia Alessandro Nicolò, con cui  si offre l’opportunità ai gestori di impianti di balneazione di mantenere le strutture amovibili anche nella stagione invernale, senza così dovere affrontare costi di smontaggio, un provvedimento spesso richiesto dalle associazioni di categoria.
seduta del 28.03.17_2Il Consiglio regionale ha anche affrontato e votato (relatore Mirabello) una legge per lo scioglimento della Fondazione FIELD e le modifiche alla legge istitutiva dell’Arpacal, e l’introduzione di nuove norme (relatore Graziano) per l’attuazione dell’iniziativa legislativa popolare e per lo svolgimento dei referendum.  I lavori sono terminati con il via libera a due ordini del giorno dei consiglieri Sergio (contro la privatizzazione selvaggia dei servizi postali) e Mirabello (in favore dei Vigili del Fuoco) e l’approvazione di una mozione dello stesso Mirabello per il recepimento della Convenzione Onu a maggiore tutela delle persone con disabilità anche in Calabria.

FacebookTwitterGoogle+EmailLinkedInPinterest

I commenti sono chiusi.