Il Consiglio regionale approva il referendum consultivo sulla fusione dei comuni di Corigliano e Rossano. La proposta di legge, di iniziativa del consigliere Giuseppe Graziano,  condivisa da tutte le forze politiche.

La Regione, entro novanta giorni, dovrà indire il referendum consultivo affinchè  i cittadini di Rossano e  Corigliano si esprimano sulla proposta unitaria decisa dai Consigli comunali delle due città di fondersi in un unico comune. La proposta di legge di iniziativa del segretario-questore del Consiglio regionale Giuseppe Graziano è stata infatti salutata positivamente da tutti i rappresentanti dei gruppi a Palazzo Campanella e condivisa dall’intervento del presidente della Regione Mario Oliverio.Seduta del 27.01.2017_6
“Oggi – ha detto Oliverio – il Consiglio regionale ha deciso un fatto rilevante che non riguarda solo l’immediato futuro di quelle due grandi comunità, ma sancisce un indirizzo coerente nazionale che va in direzione di un rafforzamento dei servizi locali superando le frammentazioni e i localismi esistenti”.Seduta del 27.01.2017_8
Per Giuseppe Graziano, “il Consiglio regionale, ed ancor prima la prima Commissione guidata dal collega Franco Sergio, ha preso atto della volontà espressa dai due comuni e dal Comitato delle Cento Associazioni, privilegiando in questo percorso il metodo dell’ascolto e del lavoro condiviso. La scommessa  è dare a queste popolazioni un futuro migliore. La nascita della terza città della Calabria, grande risultato dal punto di vista storico e culturale, significa, infatti, miglioramento e riqualificazione dei servizi erogati ai cittadini, razionalizzazione dei costi nel contesto ed il riconoscimento dei principi di sussidiarietà e di governance dei territori”.Seduta del 27.01.2017_7
L’aula, inoltre, ha approvato una proposta di legge di iniziativa del consigliere Giuseppe Giudiceandrea per il potenziamento dei servizi di emergenza e di soccorso nelle aree montane; i rendiconti degli esercizi finanziari degli anni 2014 e 2015 dell’Arsac con il riaccertamento dei residui; il progetto di legge – relatore Mirabello – che istituisce l’Osservatorio regionale per i minori; nuove norme sulla classificazione dei servizi ricettivi alberghieri e sulla attività di accoglienza a conduzione familiare (proponente il consigliere Mangialavori, relatore il consigliere Battaglia); un provvedimento amministrativo di iniziativa della Giunta regionale per recepire gli indirizzi del programma operativo europeo per gli affari marittimi e la pesca. Infine, il Consiglio regionale ha approvato una mozione illustrata dal consigliere Battaglia con cui si riconosce il ‘Memorial Mino Reitano’ evento di interesse regionale.

FacebookTwitterGoogle+EmailLinkedInPinterest

I commenti sono chiusi.